Cos’è la Biorivitalizzazione con fili

Trattasi di fili in materiale riassorbibile, usati da diversi anni in diverse branche della chirurgia, specialmente in cardiochirurgia. In medicina estetica sono impiegati laddove dove si renda necessaria una modica retrazione cutanea, che ha come conseguenza, un miglioramento delle texture e della luminosità cutanea come per altri prodotti biorivitalizzanti di diversa applicazione.

Come si svolge il trattamento

I fili per la biorivitalizzazione vengono inseriti secondo modalità opportune con sottilissimi aghi ipodermici, normalmente creando una sorta di reticolo tridimensionale. La progressiva degradazione del materiale avviene per idrolisi in 6 mesi, durante i quali il filo funge da stimolo, inducendo la formazione di neocollagene. Tale reticolo di neocollagene persisterà ulteriormente dopo la degradazione del filo, mantenendo i risultati a lungo.

Come prepararsi alla visita

Non necessita di alcuna preparazione specifica, la procedura risulta indolore applicando una piccola quantità di pomata anestetica.